/

                                                         Notizie e commenti
                                                                       Venerdì 1 luglio 2022

                                         Per l'archivio degli anni precedenti clicca sul globo 

                                                                            

  Scrivi al sito          

                                                                   
                           
     

  ULTIME NOTIZIE
   
ADDIO A ROSINA RUSSOMANNO

PASSEGGIATA NELLA MEMORIA

E' MORTO FRANCESCO GUZZO

ADDIO A  PAOLO PISANO


IL FATTO

 SAPEVATELO

L'EMIGRAZIONE SI FERMA ANCHE CON I LEGUMI 

MORIRE DI LAVORO A 72 ANNI 
   
      

 

                                    IL FATTO  

 

      SAPEVATELO


Eccovi ancora una carrellata di prodotti calabresi, dal sale minerale per le conserve alla salvia essiccata, ai nostri eccellenti vini. In Calabria ormai produciamo di tutto e di più, "sapevatelo!"

 

L'EMIGRAZIONE SI FERMA ANCHE CON I LEGUMI  



   E' sempre una grandissima emozione scoprire sugli scaffali di un suprmercato un prodotto calabrese o, almeno confezionato e distribuito da un'azienda della nostra regione come i legumi di quest'azienda cutrese che, fra l'altro seleziona prodotti di qualità.  Così adesso sappiamo che se vogliamo comprare fagioli, lenticchie, piselli (ho scoperTo che ci sono anche quelli neri), cicerchie, fave, non ci sono solo quelli confezionati dalle grandi industrie conserviere che ci inondano di pubblicità facendoci  pagare un secondo canone televisivo occulto oltre  quello della RAI che paghiamo in bolletta, ma anche coraggiosi imprenditori calabresi dei quali dobbiamo andare giustamente orgogliosi. Voler bene alla nostra terra non significa dedicarle poesie o intonare a ogni occasione "Paese mio che stai sulla collina", ma aiutare le nostre aziende che creano occupazione, posti di lavoro e pagano le tasse nella "terra di Italo"e dei bruzi a beneficio anche del sistema sanitario. Se ognuno di noi comprasse ogni volta che fa la spesa almeno un 30% di prodotti locali, non solo fermeremmo l'emigrazione, ma potremmo tornare a essere quella terra di immigrazione che la Calabria fu per millenni. 

 

       MORIRE DI LAVORO A 72 ANNI  

 

    Oggi l'ennesima strage degli innocenti: quattro lavoratori morti in un giorno è quasi record, ma ancor più vergognoso è che una persona di 72 (settantadue), un mio coetaneo, sia costretto a lavorare su di una impalcatura, ma si sa, come si cantava negli anni 70, "a morire nei cantieri, nelle fabbriche e nelle miniere, non è mai un cavaliere del lavoro", ma operai che sputano sangue per guadagnarsi un toso di pane.  A questo punto non ci sono più parole; credo che dobbiamo vergognarci tutti: governo, partiti politici, sindacati, parlamentari, organi di vigilanza, associazioni che a parole si battono per la sicurezza sul lavoro, tutti noi cittadini che non troviamo la voglia e il coraggio di insorgere. 

 

                          

                        AUGURI AL CUCCIOLOTTO

 

questo cuccioletto oggi ha16 anni. Mentre un Giuseppe Marino ormai invecchia inesorabilmente, ce n'è già uno pronto a prendere il timone della "barca", senza contare gli altri due cucciolotti pronti a fregargli "la primogenitura". Per questo lo metto spesso in guardia ricordandogli la vicenda biblica di un altro Giuseppe che aveva dei fratelli birbanti, Uno dei motivi per i quali spesso perdono a mio figlio tante cosucce e voglio un bene smisurato a mia nuora, la cara Marcella, è quello di averci regalato questi tre splendidi gioiellini. Auguroni Giuseppe da nonno Peppe e nonna Vittoria .

.

                             ULTIME NOTIZIE 

01/07/2022  

ADDIO A ROSINA RUSSOMANNO

   Si è spenta serenamente questa mattina,  all'età di 88 anni, nella sua casa du via Vittorio Veneto, la cara amica Rosina Russomanno, moglie dell'amico e parente Domenico Mercuri.
    Rosina, originaria di Castelsilano, si trasferì a Caccuri a seguito del matrimonio. Con Mico costituirono una splendida coppia di persone miti, umili, generose, amate da tutto il paese. Rosina, col suo mite, eterno sorriso aveva una grande capacità di solidarizzare  e di dare un aiuto a chi ne aveva bisogno. Particolarmente forte era il legame di amicizia con mia madre che Rosina considerava una sorta di sorella maggiore. Quando muore una persona così si spegne una stella e Rosina era una stella di prima grandezza. Addio, cara amica, e grazie per l'affetto e la stima che ci hai sempre donato.
  

29/06/2022  
PASSEGGIATA NELLA MEMORIA

   Venerdì primo luglio, alle ore 16 la contrada Patia che ospita ciò che resta dell'antico monastero basiliano dei Tre fanciulli e Carelli, l'antico villaggio abbandonato sulle rive del Neto saranno protagonisti di una bellissima iniziativa del club per l'Unesco di San Giovanni in Fiore dal titolo Passeggiata fotografica nei sentieri della memoria. 
   Il monastero dei Tre Fanciulli, un antico cenobio basiliano a due passi dall'abitato di Caccuri, sorse probabilmente tra il V e il IX secolo dopo cristo per opera di alcuni anacoreti che seguivano la regola di San Basilio rfugiatisi nell'Italia meridionale per sfuggire alle persecuzioni degli iconoclasti appoggiati dall'imperatore Leone III. Altre presenze basiliane si ritrovano a Timpa dei santi, una collinetta in territorio caccurese sulla sponda sinistra del Neto a ridosso di Serra del Bosco, e nella contrada Bordò a est di Caccuri.
A seguito della donazione di Enrico Vi all'abate Gioacchino di un vasto territorio che coincide con l'attuale giurisdizione del Comune di San Giovanni in Fiore, tutte le terre del monastero basiliano passarono ai florensi che qualche tempo dopo assorbirono anche il monastero. 
  Carelli, un villaggio oggi abbandonato, ma abitato dino alla fine degli anni '50 dello scorso secolo le cui vestigia sono ancora visibili è uno dei luoghi più suggestivi della zona. Un plauso agli organizzatori dell'iniziativa. 

23/06/2022  

              E' MORTO FRANCESCO GUZZO

 

  Si è spento martedì pomeriggio, nell'ospedale S. Gerardo di Monza, all'età di 37 anni, Francesco Guzzo che era figlio di Domenico Guzzo, un mio compagno delle elementari, e di Rosetta Oliverio. La morte è sopraggiunta per i postumi di un grave incidente di moto del quale era rimasto vittima crca due mesi fa. Lascia la compagna Barbara e una figlioletta di 7 anni.

  Giungano alla famiglia, al mio amico Domenico, agli zii e ai parenti tutti le più sentite condogolianze

21/06/2022

 . ADDIO A  PAOLO PISANO

   mere

   Ho appreso con dolore la notizia della scomparsa del compaesano Paolo Pisano che si è spento qualche ora fa a Genova dov'era emigrato molti anni fa, all'età di 80 anni. Paolo,che  apparteneva a una famiglia di onesti lavoratori caccuresi che abitava nel rione Iudeca, era un ragazzo spigliato, allegro e generoso, uno di quei ragazzi che avrebbero potuto fare la fortuna del nostro paese, ma che la mancanza di lavoro costrinse ad emigrare in terre lontane. Di lui ho piacevoli ricordi che risalgono a quasi 60 anni fa, ma ancora indelebili.

   In questi momenti di grande dolore voglio far giungere alla moglie Sara Tassone, ai familiari e ai parenti tutti le mie più sentite condoglianze. 

 

                               


                                                           Per inviare il vostro contributo cliccate sulla busta